aktuell 138

La Plasser & Theurer il leader nell'innovazione

Trazioni alternative sulla corsia di sorpasso

Nella storia della Plasser & Theurer il motore a combustione interna svolge un ruolo essenziale. Dalla fondazione della società, sono state consegnate quasi 17.000 macchine con questa tecnologia di trazione. E ciò per buone ragioni: il motore a combustione é affidabile e dispone di caratteristiche che soddisfano i requisiti della costruzione ferroviaria. Concetti di azionamento provati e perfezionati nel corso di decenni mappano in modo ottimale i profili di carico e la disponibilità dei carburanti può essere garantita con relativa facilità, anche in aree con infrastrutture deboli.

Ciò nostante, nell'anno 2015, la società Plasser & Theurer si é accinta ad aprire un nuovo capitolo nella tecnologia delle trazioni per la costruzione ferroviaria. Quale primo produttore al mondo di macchine operatrici per la costruzione e manutenzione ferroviaria, ci siamo adoperati a mettere sul binario macchine operatrici in tecnologia di trazione ibrida. Con la rincalzatrice del binario Dynamic Stopfexpress 09-4X E³ ed il sistema di gestione del pietrisco BDS 2000 E³ sono state realizzate macchine ad alto rendimento, dotate sia di un motore a combustione, che di motore elettrico. Si é pertanto riusciti ad avanzare e lavorare, per la prima volta, sia in maniera convenzionale, con gasolio, che sfruttando l'energia elettrica proveniente dalla catenaria.

„Lo spunto principale non é certo stata la travolgente domanda di concetti di trazioni alternative. Piuttosto abbiamo ponderato il fatto che molti mercati, in futuro ed a lungo termine, si andranno sviluppando in modo tale che l'ecologia diventerà un fattore sempre più importante“, questo quanto ci ha riferito Johannes Max-Theurer, circa i retroscena dietro alle prime macchine del tipo E³.

Dal 2015, ben 13 macchine di linee di prodotti diversi sono state concepite e realizzate sia con trazioni ibride che completamente elettriche. La curva di apprendimento in questo ambito, é stata davvero ripida, sopratutto nella fase iniziale per i primi progetti.

„Siamo un'azienda che ha costruito migliaia di macchine con motori a combustione per decenni. Conosciamo molto bene questa tecnologia - ne conosciamo ogni aspetto. Adattare il sistema di trazione ad un concetto ibrido o completamente elettrico, non è un compito da poco. Adattare poi il nostro concetto di macchina alle diverse condizioni nazionali, quali le diverse tensioni delle linee aeree o i regolamenti sulla compatibilità elettromagnetica (EMC), è davvero una sfida. Siamo già stati in grado di realizzare, con successo, molte di queste sfide. Tuttavia, ogni nuova infrastruttura ed ogni nuovo concetto di macchina, ci pone davanti a sempre nuove sfide“, ecco quanto ci riferisce Stefan Krenn, Direttore Sviluppo Elettrotecnica presso Plasser & Theurer.

Una realtà importante dal 2015 è stato il fatto di appurare che la scalabilità dei concetti di combustione e di quelli elettrici, si presenta in maniera oltremodo diversa. Mentre è relativamente facile aggiungere unità di azionamento, per esempio da 120 kW, alle macchine classiche, i passi in scala con 600 kW ovvero 1.000 kW per il sistema modulare completamente elettrico, sono significativamente più grandi. Scale più piccole verso il basso sono tecnicamente ben più impegnative. Ciò deve essere preso in buona considerazione, nell'ambito di progettazione delle macchine.

Oltre agli aspetti tecnologici, da risolvere passo per passo, il tema delle trazioni alternative pone la Plasser & Theurer davanti a sfide organizzative. Nei vari reparti all'interno della società – e non limitati solo alla progettazione, costruzione, produzione o omologazione – si rendono necessarie, con l'aumentare del numero di progetti E³, anche nuove competenze.

Numerosi dipendenti sono attualmente impegnati in corsi di perfezionamento, per essere preparati in maniera ottimale a far fronte a queste esigenze.

Non solo per la Plasser & Theurer quale produttore, i nuovi concetti di trazione comportano profondi cambiamenti. Anche per quanto riguarda i clienti, i nuovi macchinari hanno ripercussioni che vanno ben oltre l'impronta di CO₂. La manutenzione ed il comando dei nuovi tipi di macchine ha vantaggi operativi diretti. Il concetto modulare della Plasser & Theurer mostra, in questo ambito, i suoi punti di forza, se si paragonano i costi del ciclo di vita rispetto alle macchine convenzionali. Grazie ad intervalli manutentivi migliori e più lunghi, si é in grado di ridurre i costi della manutenzione compensando in questa maniera, nel ciclo di vita, i maggiori costi iniziali.

„A mio parere, lo sviluppo di concetti alternativi di trazione non ha alternative. Il sistema della Ferroviaria ha già oggi le risposte per alcuni degli importanti problemi dei nostri tempi: ferrovie secondarie vengono elettrificate, le linee elettrificate vengono sempre più spesso azionate da energia verde e in sempre più paesi si presta anche sempre più grande attenzione alla sostenibilità nella costruzione e manutenzione della strada ferrata. Dal canto nostro siamo pronti, quale partner forte, che per decenni ha saputo combinare tecnologie approvate con azionamenti innovativi“, questo quanto afferma, Johannes Max-Theurer.

La Plasser & Theurer si trova attualmente davanti ad una situazione di mercato oltremodo piacevole. Nell'estate 2021 é stato firmato un ordine di notevole entità delle ÖBB, per 56 autoscale elettriche per la costruzione, per la manutenzione della catenaria e veicoli di comando tutti in tecnologia ibrida, con un'opzione d'acquisto per ulteriori 46 macchine operatrici. Sono inoltre in lavorazione ulteriori progetti per possibili alternative.

Solo sei anni dopo la consegna della prima macchina ibrida si é mostrato che l'intenso lavoro sulle unità alternative si é ripagato: „Nel 2021 ci é stato affidato il primo incarico di consegna per una grande serie di macchinari con trazioni alternative. Questo è stato possibile solo grazie all'intenso lavoro di sviluppo negli anni precedenti. A partire dal 2013 sono state create le basi su cui stiamo costruendo oggi e da cui trae ora vantaggio ogni altro cliente che acquista una macchina con azionamenti alternativi.“

Il futuro degli azionamenti alternativi nella costruzione ferroviaria è alquanto promettente. Essi avranno un ruolo sempre più importante nel rendere il sistema ferroviario ancora più ecologico. „La sostenibilità non è solo una tendenza. Abbiamo la responsabilità di lasciare alle generazioni future un mondo in cui valga ancora la pena di vivere. Sono orgoglioso di essere alla guida di un'azienda che dà un contributo importante in tal senso.“, così Johannes Max-Theurer.

La mia visione è un portafoglio che permetta ai nostri clienti di eseguire tutti i lavori su ed intorno ai binari, in modo CO₂ neutrale ed economico. Infatti, E³ non deve solo proteggere l'ambiente, bensì anche comportare vantaggi economici!

Johannes Max-Theurer CEO, Plasser & Theurer