aktuell 138

Il simulatore 09-3D ha entusiasmato i clienti australiani

Da metà ottobre a metà dicembre 2021 i nostri clienti in Down Under hanno avuto la possibilità di effettuare esercitazione pratica sul simulatore di rincalzatura Plasser 09-3D. Al termine del Lockdown causato dal COVID e risoltosi nel New South Wales grazie ad una quota vaccinale dell'80 %, questa offerta é stata accolta con grande entusiasmo. Il simulatore é stato occupato pressoché per l'intero periodo in cui era a disposizione. Il feedback dei clienti è stato assolutamente positivo.

Da anni, il simulatore mobile 09-3D é a disposizione con notevole successo permettendo non solo, l'esercitazione nel lavoro di rincalzatura dalla cabina di lavoro, bensì anche l'addestramento per la messa in funzione e la guida della macchina rincalzatrice. Per la prima volta, questa attrezzatura di addestramento si é messa in viaggio verso l'Australia ed é stata messa a disposizione dei clienti della regione del New South Wales, nella sede della Plasser Australia a North St Marys (Sydney).

Per poter gestire nella maniera più efficiente possibile l'addestramento, é stato sviluppato un apposito programma d'istruzione flessibile, in grado di far fronte, sia alle esigenze di personale nuovo, che a quelle di operatori esperti. Oltre all'addestramento, questo programma ha incluso anche l'istruzione teorica e visite a macchine nello stabilimento in luogo.

L'efficiente alternativa per l'istruzione

Come in tutto il mondo, anche i gestori in Australia lottano con la problematica delle scarse possibilità di istruzione ed approfondimento, date dalla mancata capacità di spazio nonché temporale per l'esercitazione nell'uso e nel comando delle macchine rincalzatrici direttamente sui binari, dovuta all'intenso esercizio ferroviario. Come afferma Kate Newcombe, coordinatrice per la vendita ed il marketing presso la Plasser Australia: „In questo ambito, la tecnica di simulazione si offre come un'alternativa di spicco. Gli operatori imparano il processo di rincalzatura in condizioni assolutamente realistiche, ricevendo immediatamente dai loro istruttori il feedback costruttivo di cui in futuro avranno bisogno. L'intera tempistica dell'istruzione viene abbreviata e si possono in particolare ridurre gli addestramenti per la messa in funzione e la familiarizzazione in luogo. Un ulteriore vantaggio, é dato dal fatto che si possono istruire più operatori contemporaneamente.“

Quanto sopra esposto, viene anche confermato da Keith Amor, che, nella sua qualità di Service-Manager presso la Plasser Australia, ha contribuito allo sviluppo del programma di addestramento con il simulatore. Egli dispone del necessario ed ampio Know-how ferroviario, infatti, gestisce, mantiene e cura macchine operatrici ferroviarie da ben 17 anni. „Nel simulatore, le cabine sono riprodotte in maniera minuziosa e nei minimi dettagli, così che, il personale nuovo possa essere introdotto in maniera eccellente al comando della macchina. Sono sicuro che l'atmosfera realistica del simulatore possa dare agli apprendisti una buona comprensione del comando di macchina e dare loro quella dimestichezza di cui avranno bisogno nel lavoro pratico.“

Nessun pericolo di danni alla macchina o all'infrastruttura ferroviaria

Grazie proprio a questi vantaggi, non si é stati sorpresi del fatto che, per i tre mesi in cui il simulatore era a disposizione a North St Marys, ci siano state così numerose richieste di addestramento. Anche Chelsea Waterton, l'ingegnera responsabile dei progetti presso la Rhomberg Rail Australia, ha colto l'occasione. „Non sono mai stata all'interno di una macchina rincalzatrice e la conoscevo solo da un punto di vista di coordinazione degli interventi. La cabina é davvero strutturata in maniera del tutto realistica e sono rimasta affascinata dal fatto di poter selezionare le diverse densità di pietrisco, i vari tipi di pietrisco e binari, onde poter lavorare quindi nelle più svariate condizioni. Penso che l'addestramento mi abbia aiutato molto a capire ancora meglio il processo di rincalzatura e tutto quanto ad esso connesso.“

Anche un'altro cliente che ha partecipato all'addestramento con il simulatore, ha sottolineato aspetti a suo parere essenziali da un punto di vista del personale operante: „Qui, il nostro personale ha l'occasione per poter imparare il comando nelle tempistiche più consone ai singoli operatori. Non bisogna aver paura di danneggiare la macchina, oppure l'infrastruttura ferroviaria. Sotto l'occhio attento e la guida dell'istruttore, ci si sente rafforzati e si sviluppa una comprensione più profonda per i processi di rincalzatura.“

Si programmano quanto prima possibili ulteriori interventi di questo tipo in Australia

Il COVID-19 ha posto l'Australia intera davanti a grandi sfide. Proprio nel periodo in cui il simulatore 09-3D era a disposizione presso la Plasser Australia, non era data la possibilità di spostarsi tra le varie regioni. Questo impedimento ha reso impossibile, a molti dei nostri clienti australiani, di recarsi a North St Marys per prendere parte al programma di addestramento. Ci adopereremo pertanto per fare sì che il simulatore possa quanto prima possibile ritornare in Australia per dare, anche a questi clienti, la possibilità di poter utilizzare in maniera ancora più efficiente, grazie a questa tecnologia, le proprie macchine operatrici.

Ossigeno per l'india

La Plasser & Theurer e la Plasser India hanno dato il via ad un progetto umanitario di cinque società

Nel maggio 2021, il paese é stato particolarmente colpito dalla pandemia. Per la Plasser & Theurer é stato importante aiutare in maniera rapida e non burocratica. In cooperazione con altre quattro imprese, si é quindi velocemente passati ai fatti: 400 bombole d'ossigeno, donate dalla Westfalen AG, sono state trasportate in India da cargo-partner e dalla compagnia Qatar Airways. Sul luogo, la Plasser India, una società partner della Plasser & Theurer, si é preoccupata di consegnare questa merce così vitale nella situazione data, ad un ospedale di Nuova Delhi. La Plasser & Theurer quale iniziatrice, ha assunto il coordinamento generale del progetto.