aktuell 138
COMMENTO OSPITE


Mag. Michael Zimmermann
Responsabile di progetto go-international, Progetti di rete internazionali (NPI)ECONOMIA ESTERA AUSTRIA

Efficienti soluzioni per i trasporti con la Banca Mondiale

La Banca Mondiale è considerata la madre di tutte le banche per lo sviluppo e consiste, più propriamente, di tutto un gruppo di istituzioni. Oltre alla Banca Mondiale in senso stretto, assieme alla Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo (IBRD), nonché l'Agenzia Internazionale per lo Sviluppo (IDA), che fornisce prestiti e sovvenzioni perse, i suoi compiti includono anche il finanziamento del settore privato (IFC), le garanzie di investimento (MIGA) e l'arbitrato delle controversie di investimento (ICSID).

Con sede centrale a Washington D.C. ed una rete globale di circa 130 uffici, la Banca è ben collegata sui vari territori in tutto il mondo ed é sempre in stretto contatto con i suoi mutuatari: dall'Afghanistan allo Zimbabwe.

La Banca Mondiale, sostiene di essere il più grande partner per il finanziamento dello sviluppo nel settore dei trasporti. Negli ultimi dieci anni, sono stati impegnati 49 miliardi di dollari, in 339 progetti di trasporto, in ben 93 paesi in tutto il mondo. L'obiettivo, è quello di aiutare i paesi partner a costruire infrastrutture di trasporto sicure, pulite ed efficienti.

Questo viene fatto sia attraverso finanziamenti e sovvenzioni, che condividendo conoscenze e con consulenze. Ogni anno vengono realizzati circa 70 servizi di consulenza e rapporti analitici per il settore dei trasporti. Lo spettro va dalla decarbonizzazione dei trasporti, alla mobilità sostenibile per tutti, alla mobilità nelle aree rurali, al capitale umano ed alle problematiche di genere e non per ultimo, al cambiamento climatico.

Spiccano in particolare grandi progetti quali la metropolitana di Quito, la capitale dell'Ecuador, con un volume totale di 1,7 miliardi di dollari, di cui circa la metà è stata finanziata dalle banche per lo sviluppo.

In termini di obiettivi di sviluppo della Banca, il progetto di questa Metropolitana, pone grande enfasi sulla riduzione degli impatti negativi sul cambiamento climatico, sullo sviluppo umano e sull'inclusione sociale.

Inoltre, la Banca Mondiale implementa numerose iniziative multi-stakeholder, come ad esempio la Sustainable Mobility for All o l'Africa Transport Policy Program. Tutto ciò, allo scopo di migliorare il coordinamento e la cooperazione tra i diversi attori.

Il settore dei trasporti rimane una priorità assoluta per la Banca, non solo per il volume di finanziamenti richiesti, ma anche per la sua importanza per uno sviluppo sostenibile.

La Camera di Commercio Federale Austriaca organizza pertanto, in collaborazione con la Banca Mondiale, il Ministero Federale delle Finanze e la Società Austriaca di Scienza dei Trasporti (ÖVG), un workshop annuale sul settore ferroviario, atto a sostenere la discussione con il settore privato, quale importante fonte di impulsi.

Crescita economica sostenibile con la Banca Asiatica di Sviluppo

La crescita economica nei mercati emergenti dell'Asia e le loro popolazioni urbane, che aumentano di 44 milioni di persone ogni anno, comportano un forte aumento della richiesta di mobilità sostenibile e di soluzioni di trasporto in tutta la regione. I paesi obiettivo della Banca asiatica di sviluppo (ADB) vanno dal Mar Nero, al Pacifico e possono far ricorso ai finanziamenti ed alle competenze della Banca. Essa risulta essere un attore importante nella regione Asiatico - pacifica, da dove provengono 49 dei 68 membri. Sono inoltre membri della Banca, i paesi europei, gli Stati Uniti ed il Canada.

La maggior parte dei fondi va a progetti nel settore dei trasporti, ricoprendo l'intero spettro: strade, ferrovie, metropolitane, porti e veicoli.

L'obiettivo dell'ADB è di rendere il trasporto sostenibile. A questo scopo, la banca si concentra sulla sicurezza, il trasporto urbano, la riduzione dei gas serra e la logistica transfrontaliera. È anche coinvolta in numerose partnership per il trasporto sostenibile, come ad es. l'Unione Internazionale delle Ferrovie (UIC).

Il finanziamento di progetti nel settore dei trasporti avviene sia con partner pubblici che con il settore privato (nonsovereign) e comprende progetti per strade, aeroporti e ferrovie.

L'ADB si impegna anche nella redazione di dati e conoscenze specifiche. Recentemente, é stato pubblicato l'Asian Transport Outlook (ATO), atto a delineare i progressi nel settore dei trasporti verso gli obiettivi globali di sviluppo sostenibile (SDGs) e rendere comprensibile l'Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Con più di 400 indicatori da 51 paesi diversi, l'ATO è una fonte preziosa di informazioni, che documenta anche i quadri istituzionali, i regolamenti nazionali ed il finanziamento nel settore dei trasporti.

Progetti

Uzbekistan - ADB

L'anno scorso, nell'ambito di un progetto per l'elettrificazione del Corridoio 2 del CAREC, finanziato dall'ADB, sono state consegnate, alle Ferrovie statali dell'Uzbekistan, O'zbekiston Temir Yo'llari (UTY), due macchine rincalzatrici di produzione dalla Plasser & Theurer. Il volume totale del progetto è stato di quasi 180 milioni di dollari, e l'ADB lo ha sostenuto con 80 milioni di dollari, dando così un contributo significativo alla crescita economica ed alla prosperità dell'Uzbekistan, quale paese senza sbocco sul mare.

Nel particolare, è stata elettrificata la linea di 145 km di lunghezza che collega le città di Pap, Namangan e Andijan e che rappresenta il Corridoio 2 del CAREC. La cooperazione di undici paesi dell'Asia centrale - Afghanistan, Azerbaigian, Cina, Georgia, Kazakistan, Kirghizistan, Mongolia, Pakistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan - sotto l'iniziativa CAREC (Central Asia Regional Economic Cooperation), mira a promuovere la crescita economica ed il commercio equo in questi paesi. Un'infrastruttura ferroviaria funzionante è un fattore decisivo in tal senso. La Plasser & Theurer si adopera con grande impegno a sostenere questa iniziativa, fornendo macchine di alta qualità per la costruzione ferroviaria.

Cina – IBRD

Il progetto ferroviario ShiZheng, approvato e finanziato dalla Banca Mondiale nel 2008, mira a costruire una linea per l'alta velocità di 355 km, tra le città di Shijiazhuang e Zhengzhou. Oltre alla costruzione, il contenuto sostanziale di questo progetto é anche quello di assicurare la manutenzione, fattore di fondamentale importanza soprattutto per le linee ad alta velocità. A tale scopo, negli anni 2014-2015, la Plasser & Theurer ha fornito, in collaborazione ed in consorzio con la nostra azienda partner cinese KCRC, dodici veicoli di intervento rapido per la linea aerea.