aktuell 134

Focus: Plasser Modular Customizing

Nuove vie per l'individualizzazione

Le macchine operatrici della Plasser & Theurer, possono essere modificate nelle più svariate maniere — é questo un punto forte che curiamo da anni. Una nuova strategia di piattaforma di prodotto, porta ulteriori vantaggi.

Veloce omologazione, grazie al PlasserModularCustomizing: Le macchine operatrici della Plasser & Theurer possono essere ampliate con dei moduli, similmente al principio di costruzione componibile. Questi ampliamenti, basano su programmi di piattaforma di prodotto, ed offrono un vantaggio fondamentale: sono infatti, per quanto riguarda la loro tipologia costruttiva e qualità, conformi all'autorizzazione iniziale alla messa in servizio (immatricolazione veicolo). Tutte le verifiche di tecnica ferroviaria sono già state eseguite.

Moduli di macchina chiaramente definiti, sono la base per una veloce tempistica, sia di produzione, che di omologazione. D'altro canto, é di fondamentale importanza, avere la macchina operatrice a disposizione sui binari, nei tempi prestabiliti.

La possibilità modulare di ampliamento, ha inizio con i modelli della serie Unimat 09-4x4. Da una macchina principale, quattro versioni di rimorchio e tre moduli aggiuntivi, potrete scegliere una macchina fatta apposta, per soddisfare i vostri scopi e le vostre esigenze specifiche. Potrete inoltre individualizzare ulteriormente il veicolo, scegliendo la trazione da voi favorita, e tutti gli accessori di cui abbiate bisogno. Inoltre, la strategia di piattaforma di prodotto, ha per voi ulteriori vantaggi.

Standard industriali per il design e l'ergonomia

Il design delle nostre macchine operatrici, va ben oltre la nuova apparenza esterna. Per molti operatori, la cabina di lavoro é una specie di secondo domicilio, é pertanto ovvio che l'ergonomia ed ogni contributo a realizzare un lavoro meno stancante, siano diventati fattori sempre più determinanti sulle macchine. È per questo motivo, che la Plasser & Theurer, si é adoperata incessantemente ad ottimizzare la facilità d'uso per l'operatore, poiché ciò comporta alla fine, che i nostri clienti possano lavorare in maniera più economica, incrementando al contempo la qualità del lavoro svolto.

Posti di lavoro attrattivi ed ergonomici, facilitano del resto anche il reclutamento del personale di macchina.

In ragione dei requisiti e delle esigenze dei gestori, in continua crescita, le macchine operatici rotabili di costruzione e manutenzione, sono divenute dei veri e propri portenti multifunzionali. La costruzione dei macchinari é solamente una, delle sfide in tal senso. Per l'esercizio vero e proprio, si necessita tra l'altro, dell'omologazione, quale autorizzazione dell'ente preposto, affinché, con il macchinario, si possano svolgere o far svolgere, i lavori per cui il macchinario stesso sia stato costruito. Nella maggior parte dei paesi, le macchine operatrici possono agire solamente previa autorizzazione da parte del relativo ente nazionale per la sicurezza.

A secondo della strategia di utilizzo, ed alle singole condizioni della sovra-struttura, si dispone poi, di un gran numero di possibilità di configurazione per le macchine rincalzatrici universali della serie Unimat 09-4x4.

Ci adoperiamo a configurare il tutto, secondo i vostri scopi specifici!

Le possibilità di individualizzazione sono notevoli e varie. Mettiamo a disposizione, in futuro, oltre al modello della serie Unimat 09-4x4, ben 100 possibilità di configurazione, per quanto riguarda le macchine rincalzatrici ad alto rendimento per binari di linea e scambi. Nelle singole serie di macchine, troverete ampliamenti, quali moduli per impianti di spazzole, lo stoccaggio del pietrisco, la stabilizzazione dinamica di binari di linea e scambi, oppure forme alternative di trazione, nella nostra offerta-E³. Offriamo inoltre, componenti per incrementare il campo di applicazione di una macchina operatrice, come ad esempio spazi per aree adibite a vani sociali o officina e quant'altro.

Portiamo la vostra macchina rapidamente sul binario!

Veloce omologazione, grazie al Plasser­ModularCustomizing: l'omologazione e l'autorizzazione al lavoro, rappresentano, anche per i veicoli secondari, un processo davvero notevole. Anche le macchine operatrici sono infatti veicoli che rientrano nelle definizioni, e quindi prescrizioni, della norma EN 14033. I nuovi ampliamenti, basano su programmi di piattaforma, e rappresentano un vantaggio notevole: essi sono infatti conformi, per quanto riguarda i requisiti e la qualità, alla prima autorizzazione di messa in servizio. Tutte le prove di tecnica ferroviaria, sono pertanto già state effettuate.

Know-how per l'omologazione di macchina

Per poter soddisfare al meglio questa tematica, abbiamo già installato, nel 2013, un reparto proprio di "Omologazione & Collaudo“. Siamo in grado di far fronte al meglio a questo campo di applicazione, non solo per quanto riguarda le macchine standard, bensì anche per le soluzioni "custom" ovvero su misura. A questi scopi, si necessita, non solo delle conoscenze specifiche riguardo ai requisiti base per le verifiche, bensì anche di nozioni particolari inerenti il processo di omologazione e di quanti vi siano coinvolti. La chiave del successo, sta nella preparazione, chiarendo infatti, fin dall'inizio, con il gestore, tutti i quesiti relativi ai requisiti ovvero la destinazione d'uso, per realizzare, su questa base, una gestione realistica appropriata, del processo di omologazione. Il numero di ben 16.000 macchine operatrici consegnate fino al 2017, ne sono la prova tangibile.

Macchine operatrici standardizzate, accelerano il processo di omologazione

L'omologazione e l'autorizzazione all'esercizio, rappresentano, anche per i veicoli secondari, un notevole processo. Lo sforzo necessario é davvero grande e non da sottovalutare, in quanto, divenuto infatti già, un vero e proprio fattore concorrenziale. I gestori debbono, dopo aver chiarito le singolarità del finanziamento, poter utilizzare la macchina quanto prima possibile. Lo scopo strategico, deve pertanto essere quello di gestire l'omologazione nella maniera più efficiente, sia da un punto di vista dei tempi che dei costi. A questo scopo, la standardizzazione dei veicoli, é di grande aiuto in quanto vengono ridotti i tempi di costruzione, di verifica e valutazione.