aktuell 139

COMMENTO OSPITE

La DRS Alliance

Un sistema aperto per poter modellare insieme il futuro delle ferrovie

COMMENTO OSPITE

Luc Vansteenkiste,
Consultant, Luanconsult

L’Asset Management in ambito ferroviario è un processo che tradizionalmente viene effettuato manualmente e spesso in “maniera artigianale”.

Fino a un decennio fa ciò non veniva neanche considerato un processo che rappresentasse un valore aggiunto per la rete ferroviaria, sia che comportasse un aumento dell'affidabilità della rete, che un prolungamento dei tempi di funzionamento.

Nel 2011, la società INFRABEL (Azienda belga per i servizi di trasporto ferroviario) mi affidò la responsabilità per il reparto dell’infrastruttura globale. Era ovvio che si dovevano introdurre processi digitali in grado di portare avanti sia l’azienda che l’intero settore. Fu quindi messo a disposizione un budget per la manutenzione della rete con tecnologie digitali. Ciò, non solo ci ha aiutati ad abbattere i costi, ma anche a rendere gli asset, ovvero i beni della rete ferroviaria più sicuri, più affidabili e più disponibili.

In questo ambito la Infrabel ha introdotto, con l’aiuto di applicazioni ERP (Enterprise Resource Planning), oltre al Digital Asset Management, anche:

  • Tablet, processi digitali e checklist per la manutenzione, facendo ridurre la necessità di manutenzione manuale di più del 25%
  • Asset con intelligenza integrata (principalmente asset di segnalamento o altri asset, che utilizzano in maniera esaustiva la tecnologia PLC e sensori intelligenti)
  • Dumb Assets (asset muti, spesso lineari) in apparecchiature di misurazione dei binari, sensori e droni che devono essere monitorati da veicoli di misurazione.

Il progetto ha riportato un notevole successo. Si è così realizzato quanto segue:

  • Riduzione dei costi di manutenzione di più del 15%, senza necessitare più di interventi umani
  • Aumento in sicurezza, affidabilità e disponibilità
  • Miglioramento della gestione dei cicli di vita utile dei beni (asset) grazie all’ottimizzazione della manutenzione ed una maggiore qualità dei dati in tempo reale degli asset stessi, con conseguente sostituzione degli asset nelle tempistiche più giuste
  • Aumento della capacità di rete, grazie alla minore occupazione delle tratte dovuta a eventuali lavori manutentivi (ispezioni, manutenzione preventiva e correttiva)

Si è poi passati alla manutenzione predittiva ed allo Smart Asset Management.

Prospettiva

La DRS Alliance (Digital Railway Solutions Alliance) è un’iniziativa pienamente in linea con la visione e l'obiettivo che ho perseguito da quando sono diventato Director of General Asset Management di Infrabel nel 2011.

Il futuro della mobilità dipenderà molto dalle ferrovie e dall’infrastruttura ferroviaria esistente. La Commissione Europea (Commissione dell’UE) si è pronunciata per un raddoppiamento del traffico merci entro il 2050 ed, entro questo termine, per la triplicazione del traffico ferroviario ad alta velocità. Con l'attuazione di questa strategia, la Commissione Europea farà un cambiamento sostenibile a favore della mobilità a emissioni zero, rendendo il sistema di trasporto ferroviario più efficiente e resiliente.

La digitalizzazione del settore ferroviario e l’innovazione in questo settore, ci aprirà la strada verso una maggiore sicurezza ed una migliore capacità, con un uso più efficiente delle infrastrutture esistenti. Sempre più fornitori sviluppano e forniscono prodotti e servizi digitali. Questo comporta la sfida alquanto unica di rendere coerenti, ovvero unificare, tali offerte.


La DRS Alliance

La DRS Alliance è un’alleanza con lo scopo di promuovere e coordinare soluzioni generali End-to-End (E2E). L’industria ferroviaria ha bisogno di queste soluzioni, per realizzare tali scopi attraverso l’ottimizzazione delle capacità dell’infrastruttura esistente, con l’aiuto della manutenzione predittiva, la robotizzazione e l’incremento in sicurezza. L’approccio della DRS Alliance è importante; infatti, oggi come oggi, nessuna organizzazione può fornire, da sola, soluzioni idonee necessarie all’industria ferroviaria per realizzare questi traguardi. La DRS Alliance è un sistema che riunisce le competenze di diverse discipline, necessarie a fornire i servizi E2E. Si adopererà inoltre ad assicurare la necessaria interconnettività delle soluzioni, portare avanti una visione comune e sostenere l’industria ferroviaria in questo processo di trasformazione, attraverso soluzioni digitali. La transizione verso un sistema aperto per tutti gli attori sia esistenti che futuri, contribuirà attivamente al futuro dei sistemi ferroviari digitalizzati e permetterà a tutti i partner coinvolti di sviluppare soluzioni a prova di futuro per il settore ferroviario globale.

Il settore ferroviario globale si evolve rapidamente per adempiere al suo ruolo di soluzione di mobilità sostenibile del futuro. Al momento vengono realizzate varie iniziative, tutte sostenute da grandi programmi di digitalizzazione. L’introduzione dell’European Train Control System (ETCS) e della Automatic Train Operation (ATO) aumenterà ulteriormente la sicurezza e l’efficienza del trasporto ferroviario. Attualmente è in atto il Timetable Redesign Project (TTR), un progetto europeo sotto la direzione di RailNetEurope (RNE). Lo scopo è quello di adattare ancora meglio al mercato il processo dell’assegnazione delle capacità, con meno capacità perse a causa di tratte non utilizzate. I costi del progetto sono stati stimati su 700 milioni di euro, ma porteranno al settore un valore aggiunto ben più elevato. Si stima che il progetto TTR possa far guadagnare il 4% in capacità. Ciò porterà ad un risparmio di 16 miliardi di euro che verrebbero altrimenti investiti in nuove capacità fisiche.

La sfida per la DRS Alliance è quella di poter presentare ed assicurare un Business Case simile, per poter guadagnare almeno un ulteriore 4% in capacità. Si vuole realizzare ciò, impedendo, ovvero evitando, perdite di capacità dovute a rilevamenti, misure manutentive oppure malfunzionamenti dell’infrastruttura, che possano portare a fallimenti del sistema.

Lo scopo finale della digitalizzazione dovrà essere quello di fornire al settore ferroviario globale, tramite l’incremento in disponibilità e sicurezza dell’infrastruttura, un valore aggiunto tangibile e misurabile.


La DRS Alliance è un’iniziativa pienamente in linea con la visione e l'obiettivo che perseguo da quando sono diventato Director of General Asset Management di Infrabel, nel 2011. Sono convinto che la DRS Alliance sia la strada giusta per realizzare questi traguardi e contribuire pertanto a far sì che le ferrovie possano svolgere il loro ruolo essenziale quale soluzione di mobilità del futuro.