aktuell 139

Lavorazione economica e flessibile del profilo della massicciata

Il nuovo Plasser BallastMaster

Le nostre macchine operatrici per la profilatura della massicciata sono gli strumenti ideali per la distribuzione e la spianatura del pietrisco ferroviario. Questo lavoro include l’azione dei vomeri sulle fiancate, sull’unghiatura e sul ciglio della massicciata.

Nuova offerta per le macchine profilatrici della massicciata

Le nuove macchine profilatrici della massicciata della serie Plasser BallastMaster possono essere concepite e costruite in maniera variabile. Esse si adattano, grazie alla loro notevole gamma di rendimento, ad un gran numero di macchine rincalzatrici per binari di linea e scambi. Infatti, solo l’ottima interazione di rincalzatura, stabilizzazione e profilatura è in grado di ridurre in maniera decisiva i costi della moderna lavorazione sistematica dei binari.

In fase di sviluppo, si ha avuto un particolare occhio di riguardo per l’economia e l’efficienza per i gestori. La struttura del macchinario e la composizione dei gruppi di lavoro basano sul profilo delle esigenze richieste.

Il modello più piccolo a 2 assi è idoneo anche alle categorie di linea C2 (carico assiale 20 t). Il modello più grande a 4 assi dispone di due cabine di guida con rivestimento completo e può essere azionato anche con il nostro sistema di trazione E³.

Le nuove macchine profilatrici della massicciata gestiscono quella risorsa preziosa che è il pietrisco, in maniera economica, stoccando il pietrisco in eccesso per poi introdurlo sulla massicciata, laddove ce ne sia bisogno. Tutte le macchine della nuova serie sono dotate di un silo integrato per poter realizzare sia la ricollocazione, che lo stoccaggio di piccole quantità di pietrisco in eccesso. Lo spettro, in questo ambito, va da un volume di ca. 5 m³ a macchine con un volume di 7,5 m³ e fino a 10 m³.

Novità per una maggiore efficienza ed economicità

I vomeri per le fiancate, suddivisi in due parti, si adattano ad ogni fiancata della massicciata, senza invadere la sagoma limite del binario attiguo - neanche in fase di approntamento della macchina operatrice stessa. Nell’area del ciglio della massicciata, il pietrisco trasportato dai vomeri per le fiancate viene raccolto per essere quindi distribuito. Sul vomere centrale poi, le lamiere di distribuzione e gli scudi di profilatura regolabili comandano la singola direzione di afflusso del pietrisco. Così facendo si va a riempire in maniera ottimale l’area di rincalzatura. Al termine di questi lavori, un impianto di spazzole elimina il pietrisco rimasto sulla superficie delle traverse. Questo pietrisco in eccesso, può essere scaricato sui lati, oppure - per soddisfare proprio una maggiore economicità - trasportato nel silo di stoccaggio ad azione di un nastro trasportatore.


>Nuove spazzole per tutti i tipi di traverse

Grazie all’albero delle spazzole di nuova generazione, possono essere lavorati tutti i tipi di traverse. Traverse in legno e traverse in cemento sugli scambi necessitano di spazzole uniformi, le traverse in cemento sulla linea invece, di un albero spazzole a più livelli. Su traverse di costruzione speciale poi, si necessita anche di posizioni intermedie. In passato, era necessario sostituire l’intero albero delle spazzole a secondo della tipologia di binario da lavorare, con notevole dispendio di lavoro e di tempo. Ora, con il nuovo albero di spazzolatura, ciò non è più necessario e non è neanche più necessario avere a disposizione un albero sostitutivo. La regolazione dell’albero delle spazzole è di tipo continuo.

>Impianto di spazzolatura con distribuzione flessibile del pietrisco

Fino ad ora, l’impianto di spazzolatura aveva due possibilità per il pietrisco raccolto: trasporto verso il silo o gettarlo sulle fiancate. Con la nuova generazione di spazzole, è possibile scegliere in maniera flessibile: un terzo del pietrisco va nel silo e due terzi sulle fiancate, o viceversa. Certamente resta possibile il trasporto dell’intera quantità di pietrisco verso il silo.

>Nastro trasportatore verticale con maggiore rendimento e minore sviluppo di polvere

Sono state apportate migliorie anche al nastro trasportatore verticale verso il silo. Grazie all’ottimizzazione dell’inclinazione ed alla conduzione diritta, viene facilitato il trasporto del pietrisco verso il silo. Varie misure sono atte a diminuire lo svilupparsi di polveri, ad esempio una migliorata chiusura a tenuta e l’ottimizzazione del collegamento verso lo chassis delle spazzole.

>Il silo per il pietrisco fa aumentare il potenziale di risparmio e l’economicità

Grazie alla dotazione di un silo, il pietrisco a disposizione viene distribuito in maniera ottimale prima della rincalzatura, fattore che va ad incrementare notevolmente l’economicità d’uso del pietrisco. L’esecuzione precisa della distribuzione di pietrisco delle nostre macchine profilatrici ha riscontri positivi immediati sul risultato di lavoro e sulla stabilità del binario. Infatti, solo se la quantità di pietrisco apportata su ogni metro di binario sia adattata perfettamente alle esigenze di sollevamento del binario eseguito dalla macchina rincalzatrice, si potrà raggiungere un ottimo risultato nella lavorazione sistematica delle linee ferroviarie.

Le zone da rincalzare possono, in qualsiasi momento ed in maniera flessibile e puntuale, essere rifornite con il pietrisco in stoccaggio, tramite quattro pozzetti di distribuzione regolabili. La disposizione di questi pozzetti, davanti al vomere centrale, garantisce la successione tecnologicamente giusta del lavoro. È possibile anche immettere pietrisco sulle fiancate, direttamente dal silo.

>Ergonomia ottimizzata nella cabina e per la manutenzione

Anche le spaziose cabine di lavoro sulle macchine profilatrici della massicciata, sono state ottimizzate. È stata migliorata la posizione di visuale sul binario e sui vomeri dai banchi di comando a costruzione ergonomica. Ciò va a semplificare il lavoro per i macchinisti, aumentando inoltre qualità e tempistiche.

I componenti idraulici ed il motore sono più facilmente accessibili, grazie alle piattaforme di manutenzione poste su ambo i lati del blocco di trazione. Sulle macchine di nuova generazione, il motore è stato girato di 180°, rispetto alla sua posizione di installazione finora adottata. Ciò semplifica l’accesso per la manutenzione e fa anche diminuire lo sviluppo dei rumori nella cabina.

Scelta dell’esecuzione ideale

Solo la giusta tecnologia porta ai migliori risultati, sia tecnicamente che economicamente parlando.

  • elevata velocità di lavorazione - in sintonia con il rendimento della relativa macchina rincalzatrice o altre macchine operatrici ad alto rendimento
  • elevato rendimento di spazzolatura con risultati impeccabili
  • possibilità di stoccaggio del pietrisco